BELLI & SANI
La ricerca: contro le rughe frutta e verdure fresche
La ricerca: contro le rughe frutta e verdure fresche

Altro che costose creme e sieri antirughe: il segreto per avere una pelle più giovane dopo i 50 anni risiede in una dieta ricca di frutta e verdura fresca, oltre che di pesce. Gli effetti positivi di questi cibi, però, si osservano solo nelle donne, che rispetto agli uomini sono penalizzate da una pelle più sottile e con meno densità di collagene e quindi più soggetta alle tante odiate rughe.

A evidenziarlo è uno studio dell'Erasmus Medical Centre di Rotterdam, pubblicato sul Journal of the American Academy of Dermatology. Secondo la ricerca le donne che consumano con regolarità questi alimenti, ricchi di vitamine e flavonoidi che proteggono dall'invecchiamento e stimolano la produzione di collagene, hanno meno segni del tempo dopo i 50 anni. Per arrivare a questa conclusione gli studiosi hanno condotto un sondaggio su 2.700 uomini e donne over 50 sulle loro abitudini alimentari. Ognuno di loro è stato poi sottoposto a una scansione facciale 3D per misurare il numero di rughe. I risultati hanno mostrato che le donne che avevano il più alto apporto di frutta fresca, verdura e pesce avevano il minor numero di segni del tempo sul volto. Al contrario, quelle che mangiavano regolarmente grandi quantità di carne rossa, pane e dolci ne avevano di più.

L'alcol, poi, risultava essere un elemento essenziale di cui tenere conto, perché bastavano uno o due drink con cadenza giornaliera per cancellare parte dei benefici derivanti dal mangiare i cibi giusti.
«Oltre a non fumare e a proteggere la pelle dal sole - spiega una delle ricercatrici, Selma Mekic - questo lavoro suggerisce che le donne che desiderano sembrare più giovani più a lungo possono ora avere un altro modo per ritardare lo sviluppo delle rughe. Quelle con punteggi alti per frutta, verdura e pesce e bassi per carni, zuccheri, grassi saturi e alcol - conclude - hanno mostrato significativamente meno rughe».

Venerdì 11 Maggio 2018, 18:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA
staibene.it