LA PROVA
Inghilterra, il Telegraph: per i professori stressati terapia con elettroshock
Inghilterra, il Telegraph: per i professori stressati terapia con elettroshock

Professori stressati e depressi? Una terapia a base di elettroshock è stata offerta, come riporta il Telegraph in un articolo di David Jarvis, agli insegnanti che lavorano per la rete rete di scuole per oltre diecimila ragazzi dai 3 ai 19 anni allestita a partire dal 2008 nel Kent dalla Leigh Academies Trust, fondazione caritatevole non profit.

Già utilizzato – continua il quotidiano britannico - dall'esercito britannico e dalle forze armate statunitensi per trattare lo stress post-traumatico, l'apparecchio per la cura funziona stimolando il cervello con uno shock lieve. La direzione, dopo il successo dei primi test, sta proponendo il trattamento ai docenti di sette scuole secondarie, sette scuole primarie e di una scuola speciale di istruzione in Kent.

La Leigh Academies Trust sostiene che il dispositivo ha avuto un impatto positivo sui livelli di ansia, depressione e disordine del sonno, tutti i sintomi di stress tra i suoi dipendenti. Il direttore delle risorse umane Richard Taylor dice che le apparecchiature sono a disposizione di tutti gli insegnanti del Trust per aumentare le strategie antistress: "I risultati di queste prove sono stati estremamente incoraggianti e abbiamo visto un impatto positivo sulla qualità della vita per quasi tutti coloro che hanno usato il dispositivo”.

E ancora: "La fondazione Leigh Academies Trust ritiene che il benessere degli insegnanti sia una delle questioni più importanti in materia di istruzione e, di conseguenza, sono stati esaminati i modi per aiutare gli insegnanti a mantenere una salute mentale positiva, comprese le sessioni di consapevolezza per la valutazione del carico di lavoro".

Il dispositivo Alpha-Stim – riprende l'articolo - ha la dimensione di un telefono cellulare e invia micro-correnti di elettricità (meno di un milliampere) per aumentare le "onde alfa" naturalmente esistenti nelle persone. Il trattamento, che non prevede farmaci, richiede l'uso di due elettrodi collegati alle orecchie: chi se ne sottopone dà l'idea di ascoltare musica con gli auricolari.

Lo psicologo della fondazione Leigh Academies, Jo Buttle, aggiunge: "I risultati sono eccellenti e suggeriscono che scuole e accademie dovrebbero considerare questa terapia come parte della loro strategia di sostegno del personale".

Secondo la fondazione Leigh Academies "chi si è sottoposto alla terapia (20-60 minuti al giorno per 4 settimane) ha riscontrato miglioramenti impressionanti”.

E' stata l'Università di Greenwich ad effettuare l'analisi statistica dei risultati. I dispositivi, del costo di poco meno di 600 euro, sono stati sperimentati anche su 120 pazienti alla Nottinghamshire Healthcare NHS Foundation Trust per un anno per valutare il possibile uso per gli iscritti al Servizio sanitario nazionale.

Peter Caunt, della Nottinghamshire Healthcare Trust, afferma: "Conosciamo questo tipo di terapie. La chiave di questo studio è scoprire se sia conveniente rispetto ai trattamenti con farmaci e alle terapie cognitive comportamentali".

Domenica 2 Luglio 2017, 13:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA
staibene.it