LA GARA
Al via il bando per l'Estate romana: stanziati 1,5 milioni di euro
Al via il bando per l'Estate romana: stanziati 1,5 milioni di euro

Diffusione della cultura e partecipazione dei cittadini per accrescere il senso civico e il legame con la città attraverso un'offerta diversificata ma soprattutto far sentire tutti al centro di una grande festa. Questi gli obiettivi che guidano la quarantesima edizione dell' Estate Romana. Dopo la definizione degli indirizzi strategico-operativi, è da oggi online il bando per il triennio 2017-2019 e annualità 2017 nella sezione del Dipartimento Attività Culturali del sito ufficiale di Roma Capitale.

Lo comunica il Campidoglio in una nota. Da un'offerta culturale pluriennale stabile a una diffusione sull'intero territorio cittadino (almeno due eventi per ogni municipio) all'inclusione e partecipazione di fasce sempre più ampie di pubblico alla diversificazione di generi e di modalità di fruizione. Queste sono le finalità principali che saranno perseguite dall'Amministrazione per la realizzazione del programma della manifestazione che si svolgerà dal 30 giugno al 30 settembre. «In particolare - si legge nella nota - le proposte dovranno pervenire entro il 16 maggio ed essere di durata triennale o in alternativa di durata annuale per la sola edizione 2017, con l'obiettivo di stimolare la capacità progettuale durante un arco temporale di media durata per produrre impatti significativi sul benessere e la crescita socio-culturale dei cittadini di Roma e di favorire lo sviluppo delle attività nel corso del tempo».

Il nuovo bando sottolinea l'importanza dei nuovi contenuti culturali che le proposte progettuali potranno avere: dalla capacità di produrre nuove opere, anche prevedendo forme di residenze per artisti nonché creazioni site specific alla capacità di includere opere che non hanno beneficiato di visibilità nelle stagioni precedenti alla capacità di valorizzare forme espressive meno presenti nell'offerta di genere cittadina, puntando su forme espressive tradizionali, e non, e sulla capacità di allargare il contenuto principale della proposta progettuale attraverso attività collaterali integrative come momenti di formazione nonché animazione per il pubblico.

L'importo dei contributi destinati alle progettualità triennali 2017-2019 non potrà superare il valore complessivo un milione di euro per ciascuna annualità mentre l'importo complessivo dei contributi destinati alle progettualità annuali, riferite al solo 2017, è pari a 500mila euro. Il bando è rivolto ad associazioni, fondazioni, cooperative, imprese (in forma individuale o societaria) o soggetti che vorranno organizzarsi in forma riunita, che possano operare nel settore dello spettacolo e/o del cinema e/o in generale nel settore artistico e culturale.

I criteri a cui le proposte devono ispirarsi sono: la capacità di valorizzare il territorio in cui la proposta si inserisce, prestando attenzione all'interazione progettuale, narrativa e strutturale con l'ambiente naturale e/o urbano in cui l'iniziativa si svolge; la compatibilità e sostenibilità delle strutture di allestimento rispetto alle caratteristiche del luogo e alla loro capacità di generare minore impatto ambientale attraverso interventi a basso disturbo; l'originalità delle esperienze e delle modalità di fruizione da parte del pubblico, anche alternative alla classica rappresentazione palco-platea, agli orari e alle modalità.

E ancora: l'accessibilità dei luoghi scelti per le iniziative in relazione alla loro raggiungibilità sia con mezzi pubblici che privati, anche rispetto agli orari di svolgimento delle attività e al bacino potenziale di pubblico; la capacità di offrire attività culturali nel periodo tradizionalmente meno ricco di offerta, con particolare riferimento al mese di agosto durante il quale è prevedibile un maggiore vantaggio per la popolazione residente in città.

Venerdì 21 Aprile 2017, 20:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA
staibene.it