BASKET
Npc Rieti sconfitta a Latina: 88-81
Stagione conclusa, niente playoff
Nunzi: "Tornati a giocarci qualcosa"
di Emanuele Laurenzi
Latina - Rieti

RIETI - La Npc Rieti chiude con una sconfitta il suo campionato e dice addio anche alle residue speranze di play off. Dopo aver condotto per 35’, i reatini crollano nella parte finale dell’ultimo periodo e incassano un parziale da 25-13 che consente a Latina di vincere 88-81. La Npc chiude la stagione con una striscia di 4 sconfitte che potrebbero relegare gli uomini di coach Nunzi al 13° posto in caso di vittoria di Ferentino e Siena domani sera. L’ultimo periodo si apre con il 22° punto di Sims, al quale replica subito Arledge con una tripla per il 66-70. Latina continua a spingere e arriva a -2 dopo 1’40 di gioco con Deshields. A tenere viva Rieti è ancora Sims che segna ancora, ma sul capovolgimento di fronte Allodi segna e subisce fallo segnando anche il libero supplementare per il 71-72. Si lotta punto a punto per oltre 2’ con un canestro di Eliantonio e ancora Allodi, poi arriva il pareggio di Latina con Deshields che subisce fallo antisportivo di Zanelli. L’americano di Latina fa 2/2 dai liberi per il 75-75 e sulla successiva azione segna il suo 21° punto per il primo sorpasso dei padroni a 5’ esatti dalla fine dell’incontro. A riportare il punteggio in parità è sempre Sims, ma sul capovolgimento di fronte Poletti fa 1/2 ai liberi per il nuovo vantaggio Latina. Si lotta punto a punto per la volata finale e a 2’ dalla fine Poletti subisce fallo da Chillo e dalla lunetta fa 2/2 per il +3 Latina (82-79). Pepper tiene vive le speranze di Rieti con un canestro da sotto, ma Poletti segna ancora e riporta Latina sull’84-81. Rieti crolla, perde palla in attacco e sul capovolgimento di fronte subisce la tripla di Rullo che a 1’ dalla fine chiude virtualmente la gara portando i suoi sull’87-81, arrotondato in 88-81 da un libero di Deshields nei secondi finali. 

TERZO QUARTO
Terzo quarto con difese “allegre” e attacchi che producono punti a ripetizioni per un parziale di 26-24 che porta al 63-68 dell’ultimo intervallo. Rieti parte forte e  si porta subito sul 40-50 con i canestri di Chillo e Pepper. Latina prova a rientrare con Deshields, ma dopo un 4-0 dei padroni ancora Pepper e una tripla di Di Prampero portano il punteggio sul 44-56. Con Rieti in pieno controllo, Nunzi è costretto a chiamare time out sul 46-58 per il quarto fallo di Di Prampero: una vera tegola per la Npc, con le rotazioni cortissime sugli esterni vista l’indisponibilità di Casini e Benedusi. Girandola di cambi al rientro in campo, con Latina che va a canestro con Poletti e torna sul -10 al 5’ (48-58). Rieti perde palla sulla successiva azione e Latina con Uglietti va sul -8, ma Sims segna il suo 20° personale e tine i suoi in doppia cifra di vantaggio. Rieti mostra segni di fatica e Latina torna a -6, ma Zanelli rimette le cose a posto con un fallo e canestro che vale il 54-63 a 3’ dalla fine del terzo quarto. Latina non molla e segna con Arledge, ma sul capovolgimento di fronte Pepper subisce fallo sul tiro da tre punti e dalla lunetta fa 3/3 riportando i suoi sul +10 (56-66) a 2’20 dalla fine. La Npc si schiera a zona, ma Pastore punisce subito con una tripla per il 59-66. I padroni non mollano e Uglietti infila 4 punti di fila riportando Latina sul – 3 (63-66). Nell’ultima azione Pipitone strappa un rimbalzo e segna il 63-68 con cui si va al riposo.

SECONDO QUARTO
Rieti parte male nel secondo periodo, poi recupera e va al riposo sul 37-44. Le squadre faticano a segnare in avvio di secondo quarto, con soli 4 punti complessivi in 4’. Al canestro di Poletti replica da sotto il solito Sims (14 per lui in 14’ in campo) e punteggio inchiodato sul 25-31 a 6’ dall’intervallo lungo. Pipitone commette il 3° fallo in appena 5’ di gioco e Nunzi lo richiama in panchina, mandando sul parquet Eliantonio. Latina si rifà sotto con 4 punti consecutivi con Deshields e Mathlouthi e al giro di boa arriva sul 29-31. Rieti continua a non segnare (solo 2 punti in 6’) e a 4’ dall’intervallo lungo Deshields impatta sul 31-31 con un 2/2 dai liberi. A interrompere il parziale pontino ci pensa Eliantonio che piazza una tripla frontale per il 31-34, ma sull’azione successiva Deshields subisce fallo e fa un nuovo 2/2 ai liberi per il -1 Latina. A 2’20 dalla fine del periodo arriva un’altra tripla di Zanelli che subisce anche fallo e mette il libero supplementare per un gioco da 4 punti che vale il + 5 Rieti (33-38). Salgono i ritmi con canestri in successione di Deshields, Sims e Arledge che portano al 37-40. Il nuovo allungo Rieti è targato Dalton Pepper, con l’americano che fa 2/2 dalla lunetta rimettendo 5 punti tra i suoi e gli avversari. Latina sbaglia in attacco e sul capovolgimento di fronte Chillo segna il 37-44 con cui si va al riposo. 

PRIMO QUARTO
Inizia malissimo la gara per la Npc Rieti che dopo meno di 3’ perde Nicolò Benedusi. Il capitano reatino subisce un colpo e si accascia dopo un’azione in difesa: sul parquet intervengono i medici, con il giocatore costretto a lasciare il campo. L’episodio non condiziona i suoi compagni, che spingono subito nelle prime azioni e allungano con le triple di Pepper e Zanelli fino al 10-16 del 5’. Latina alza i ritmi in difesa per provare a rientrare. Dopo 6’ Nunzi richiama in panchina Zanelli (per lui 8 punti in avvio) e mette Della Rosa in campo. Rieti resta a distanza di sicurezza con un canestro di Sims che vale il 15-20 a 3’45 dalla fine, corretto in 17-20 dopo poco da Uglietti che segna dall’area. Nunzi chiama time out, ma al rientro Rieti perde palla e Rullo infila la tripla del 20-20. A rimettere le cose a posto è Sims, che infila 4 punti di fila per il nuovo allungo di Rieti. La Npc trova l’ulteriore allungo a fil di sirena, con una tripla di Sims che fissa il punteggio sul 23-29 dopo 10’.

COACH NUNZI
Coach Nunzi: “La cosa positiva è che siamo riusciti a fare una partita con lo spirito giusto e con l’atteggiamento giusto perché nelle ultime tre giocate la squadra non mi era piaciuta e questa cosa mi aveva fatto più male del fatto che avessimo perso. Oggi invece abbiamo giocato, abbiamo lottato, anche in condizioni estremamente difficili, dopo che si è fatto male Nicolò dopo un minuto e mezzo dall’inizio della gara. E’ chiaro che stare avanti per 35 minuti e poi perdere in questo modo dà fastidio. Però gli ultimi tre minuti della partita sono un pò lo specchio di quello che siamo stati durante tutto il campionato. Durante tutto il campioanto abbiamo avuto dei picchi elevati sia di qualità che di attenzione che ci hanno permesso di uscire fuori da momenti gravi di difficoltà e momenti in cui invece, come negli ultimi tre minuti, abbiamo concesso dei canestri incredibili ai nostri avversari oppure non abbiamo avuto la lucidità in attacco per concretizzare certe situazioni che avevamo costruito abbastanza bene che poi sul più bello abbiamo rifiutato. Questa è la squadra che siamo stati tutto l’anno però alla fine c’è amarezza per il finale che non è quello che ci aspettavamo. Credo però che vada fatto il compendio di tutto quello che è successo durante l’anno. Una stagione che ci ha visto in salvo a quattro giornate dalla fine, con ampio margine rispetto all’anno scorso, ma soprattutto una stagione che ci ha rivisto poter rientrare a giocarci qualcosa che rimane l’obiettivo mio e della società. Proveremo in qualche modo a non perdere il filo che ci ha condotto fino a qui, anche se siamo consapevoli delle difficoltà che attraversiamo ogni anno nel ripresentarci un minimo competitivi in questo campionato così difficile”.

Venerdì 21 Aprile 2017, 20:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA
staibene.it