IL SONDAGGIO
San Valentino, per lui è un «giorno qualunque» per lei «un momento felice»
San Valentino, per lui è un «giorno qualunque» per lei «un momento felice»

Per gli uomini San Valentino è ormai un “giorno qualunque”, mentre le donne continuano a caricare questa giornata di una valenza simbolica e vorrebbero ritrovare proprio il 14 febbraio momenti di romanticismo e gioia. E' un sondaggio dell'Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico (Eurodap) a mettere in evidenza il significato che uomini e donne attribuiscono al giorno degli innamorati.

    Dal sondaggio, al quale hanno risposto circa 1.000 persone, è emerso che il 70% degli uomini pensa che il giorno di San Valentino sia «uno come gli altri» e che, addirittura, «genera in loro indifferenza o fastidio». Il 30% delle donne concorda per certi aspetti con gli uomini, pur sostenendo che San Valentino è comunque un'occasione per regalarsi una serata speciale con il proprio partner. Il restante 70% delle donne, invece, considera questa festività un momento da vivere con gioia e si aspetterebbe dal proprio compagno attenzioni particolari.
    «Dal sondaggio sembra chiaro che la percezione del giorno di San Valentino ha subìto un cambiamento nel corso del tempo sia per gli uomini sia per le donne, e che queste ultime la ritengono un'ottima occasione per aumentare condivisione, unione e complicità con il proprio partner", afferma Paola Vinciguerra, psicologa e presidente Eurodap. In questo momento di "crisi e precarietà - sottolinea l'esperta - anche ritagliarci del tempo per festeggiare San Valentino può essere un metodo valido per alleviare stress e tensione e per rivivere quelle sensazioni autentiche che vengono messe da parte a causa della routine quotidiana».

    Più in generale, «per rendere durevole un rapporto - avverte la psicologa - è però necessario fare un passaggio psicologico dal momento iniziale dell'eccitazione ad una sensazione emozionale meno scintillante, ma sicuramente più piena.  Dovremmo, quindi, sforzarci di dare un nuovo significato al giorno di San Valentino, quello di ricostruzione, miglioramento e rinvigorimento».
   
Come? Anche «attraverso il miglioramento della comunicazione e provando ad interpretare i desideri dell'altro, evitando di chiuderci o nasconderci dietro uno schermo, ma sforzandoci di esprimere liberamente i nostri sentimenti. Usiamo, quindi, San Valentino - conclude Vinciguerra - per guardarci reciprocamente festeggiando l'amore lontano dalla quotidianità, concedendoci un momento magico insieme lontano da smartphone e connessioni con il mondo virtuale». 

Lunedì 13 Febbraio 2017, 20:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA
staibene.it